fbpx

Difficoltà

facile

Preparazione

2 ore

Cottura

90 minuti

 

Dosi per

INGREDIENTI

  • 1 Kg di mele cotogne
  • 750 g di zucchero
  • succo di un limone
  • Acqua q.b.

PROCEDIMENTO

  • Lavare le mele cotogne, eliminando  i torsoli e le parti ammaccate. Lasciate la buccia e tagliatele in piccoli pezzi;
  • Versate il  tutto in una pentola dai bordi alti, ricoprite di acqua, aggiungete il succo del limone e iniziate la cottura a fiamma bassa;
  • Dopo circa 45 minuti dal momento del bollore iniziano a cambiare  colore e  la  polpa diventerà morbida. A questo punto togliere dal fuoco. Frullate con un mixer ad immersione fino ad ottenere una polpa densa. Pesatela, versatela in una pentola antiaderente e aggiungete lo zucchero in proporzione (700 gr per 1 Kg). Riportate sul fornello e proseguite la cottura  a fuoco lento avendo cura di mescolare continuamente;
  • Quando il composto avrà raggiunto un colore ambrato scuro e una giusta densità potete spegnere il fornello. Per una confettura più morbida diminuire il tempo di cottura e non farla solidificare troppo;
  • Versate la cotognata ancora calda negli appositi stampi, leggermente oleati, per dare la forma che più desiderate e lasciate raffreddare. Potete anche stenderla in un tegame oleato o rivestito con carta forno, scegliendo lo spessore che preferite;La confettura più morbida va versata in vasetti di vetro con chiusura ermetica e precedentemente sterilizzati.
  • Quando la cotognata sarà completamente fredda potete toglierla dagli stampi e servirla.Si può conservare in appositi contenitori avvolta in carta oleata.

 

CURIOSITÀ

La Cotognata Leccese, è un prodotto di eccellenza legato alla tradizione Salentina, una marmellata solida dal sapore molto particolare. Si ottiene dai frutti dell’albero di Cotogno, la cui forma può variare da quella simile ad una mela (mela cotogna) o pera (pera cotogna). Avendo una componente molto acida, non possono essere consumati senza averli prima cotti e dolcificati. L’origine di questi alberi da frutto si pensa sia tra le più antiche, veniva coltivato circa 4.000 anni prima di Cristo, apprezzato anche dai Greci e dai Romani. Sino alla fine degli anni ’60 la confettura di mele cotogne era un alimento diffusissimo in Italia ed in particolare nel Salento, costituiva razione alimentare per i soldati e non mancava nelle mense scolastiche contribuendo a sostenere una sana economia agricola ed agroalimentare.

 

Condividi su: