Difficoltà

facile

Preparazione

Cottura più di 2 ore

 

 

Dosi per

fave nette : fave secche prive della buccia

acqua q.b.

sale q.b

 

 

INGREDIENTI

Fave bianche secche

cicorie selvatiche  “cicureddrhe”

acqua

olio extra vergine d’oliva

sale

PROCEDIMENTO

La sera che precede la cottura, mettere le fave in acqua fredda. Al mattino scolare le fave, sciacquarle sotto l’acqua, e metterle in un recipiente di terracotta e ricoprirle d’acqua fredda due dita sopra il livello delle fave.

Cucinare a fiamma bassa e da quando inizia il bollore, togliere gradualmente la schiuma che si va formando. Aggiungere il sale e mescolare con un cucchiaio di legno. Continuare a mescolare fino a quando le fave si saranno ridotte in purè. Al termine si può usare un mixer ad immersione per renderle omogenee.

Ora cuciniamo le cicorie selvatiche, semplicemente lessandole. Servire, nello stesso piatto, le cicorie con accanto il purè di fave. Condire
con dell’olio extravergine d’oliva.

CURIOSITÀ

Fave secche decorticate e cicorie selvatiche, erbette che crescono spontanee, dal tipico sapore amaro, sono i due ingredienti principali  di un piatto della tradizione contadina pugliese : Fave e cicoria, pietanza semplice e genuina,

Una pietanza dal sapore unico grazie all’incontro di due sapori contrastanti ma, che fusi insieme, creano un gusto unico: la dolcezza della crema di fave con il sapore amarognolo delle erbette, il tutto insaporito con ottimo olio extravergine di oliva

 

Condividi su: